A volte ritorno – John Niven

A volte ritorno (titolo originale The second coming) è un romanzo dello scrittore scozzese John Niven. Il romanzo è uscito in lingua originale nel 2011 e in Italia è stato pubblicato da Einaudi nel 2012 nella traduzione di Marco Rossari.

A volte ritorno… – In Paradiso si lavora

In Paradiso si lavora, si lavora eccome… sono tutti impegnati e anche un po’ tesi per l’imminente rientro del capo. Dio si è concesso infatti una breve vacanza: Dio si è concesso appena una paio di settimane di riposo che però, nella concezione del tempo umana, corrispondono a circa quattro secoli.

Dio deve quindi essere aggiornato su quattrocento anni di guerre, violenze, abusi e altre nefandezze perpetrate dall’uomo, la sua creatura, ai danni dei suoi simili. Inoltre, Dio dev’essere informato sulle condizioni in cui si trova la Terra: inquinamento, buco nell’ozono e tanti altri problemi.

Dopo un breve aggiornamento…

Come previsto dai suoi collaboratori, quando Dio viene aggiornato su tutti i fatti degli ultimi quattrocento anni, va su tutte le furie e si chiede come abbia potuto l’uomo combinare tutti quei casini dopo che, appena duemila anni prima, Egli aveva mandato giù suo figlio.

Ovviamente Dio viene anche informato dei progressi ottenuti dall’uomo in tutti i campi, ma questo non basta a cancellare in Dio il disgusto per come l’uomo stia rovinando la propria esistenza e per come stia maltrattando la Terra.

Si torna sulla Terra

Dopo essersi consultato con i suoi più stretti collaboratori, Dio decide di mandare di nuovo suo figlio giù sulla Terra a diffondere il suo messaggio e a cercare di sistemare le cose.

Giusto un attimo e… Gesù si ritrova a New York, nei panni di un cantante rock.

Il seguito? Be’ il seguito è tutto da leggere e le risate sono assicurate.

A volte ritorno è un romanzo carico di ironia ma che, a mio parere, fornisce ottimi spunti di riflessione sul comportamento dell’uomo e sulle possibili soluzioni per migliorarlo.

Precedente Negli occhi di chi guarda - Marco Malvaldi Successivo Suburra - Carlo Bonini - Giancarlo De Cataldo