Acqua in bocca – Camilleri – Lucarelli

Acqua in bocca è un romanzo del 2010 (edizioni Minimum fax) scritto a quattro mani da due maestri del romanzo giallo italiano: Andrea Camilleri e Carlo Lucarelli. Nel romanzo interagiscono i due personaggi di maggior successo nati dalle penne dei due scrittori: il commissario Salvo Montalbano (creato da Camilleri) e l’ispettrice Grazia Negro (creata da Lucarelli).

acqua in bocca cmilleri lucarelli

Acqua in Bocca: l’omicidio dei pesciolini rossi

DA: isp. capo GRAZIA NEGRO
A: dott. SALVO MONTALBANO c/o COMMISSARIATO DI VIGATA
OGGETTO: richiesta di informazioni su OMICIDIO DEI PESCIOLINI ROSSI

Caro collega,
ti scrivo di mia iniziativa personale e senza che lo sappiano né il dirigente del mio ufficio né il questore, che, ti dico subito, non approverebbero, avendo un’ipotesi investigativa del tutto diversa sul caso in oggetto […]. Se un po’ ti conosco e se la tua fama corrisponde a verità, sono sicura che mi aiuterai…

 

Acqua in bocca si apre così, con una lettera non ufficiale in cui Grazia Negro chiede la collaborazione di Salvo Montalbano per la risoluzione di un caso di omicidio che le è stato assegnato. Il 27 maggio 2006, in un appartamento di Bologna, viene ritrovato il cadavere di un uomo. L’uomo si trova in cucina, con la testa avvolta in un sacchetto di plastica, indossa una sola scarpa e accanto a lui ci sono alcuni pesciolini rossi morti.

acqua in bocca

Grazia Negro scopre allora che il morto era originario di Vigata, il paese siciliano dove Montalbano è commissario, e per questa ragione decide di scrivere a Montalbano per informarlo del fatto e per chiedere il suo parere su alcuni particolari che non le tornano.

Un’indagine insolita

I due poliziotti continuano le indagini ufficiose e le comunicazioni mediante un fitto scambio di cannoli e tortellini e amici di passaggio da Bologna. Mimì Augello e Ingrid, di passaggio da Bologna, fungono da corrieri fra Montalbano e Grazia Negro così come l’agente Catarella, incaricato di consegnare una lettera a Grazia da parte di Montalbano, salvo perdere la lettera sul treno fra Firenze e Reggio Emilia ed essere costretto a richiedere l’aiuto della Polizia Ferroviaria per recuperarla.

I due poliziotti, dopo un fitto scambio di messaggi e opinioni, arrivano alla conclusione del caso e individuano una possibile sospetta. L’ipotesi si rivela fondata e li porterà vicino alla conclusione del caso ma… non tutto va secondo i loro piani.

 

 

 

 

 

Precedente D'amore e ombra - Isabel Allende Successivo La cattedrale del mare - Ildefonso Falcones