D’estate i gatti si annoiano – Philippe Georget



D’estate i gatti si annoiano è il romanzo d’esordio dello scrittore francese Philippe Georget.

Il libro, pubblicato da Edizioni E/O nel 2012, inaugura la serie di romanzi dedicata alle indagini del tenente della Polizia di Perpignan Gilles Sebag.

D’estate i gatti si annoiano

In D’estate i gatti si annoiano, Gilles Sebag, il compagno Molina si ritrovano a indagare sulla sparizione di un tassista di nome José López.

Dopo aver scavato a fondo nella vita di José, della moglie Sara e delle persone vicine al tassista emerge che il caso è collegato alla sparizione di una ragazza olandese di nome Ingrid, studentessa venuta in Francia a studiare il Fauvismo.

Nel frattempo si scopre che un’altra ragazza olandese è stata brutalmente uccisa u una spiaggia vicino a Perpignan e una terza ragazza olandese viene aggredita in una via del centro della città.

I tre casi sono veramente collegati come scrive la stampa? Secondo Sebag no, l’assassino ha suggerito alla stampa una falsa pista per gettare fumo negli occhi ai poliziotti.

Un noir da 5 stelle

Gilles Sebag, il tenente protagonista del romanzo, è un bravo detective che si lascia guidare dall’istinto. Sebag parla delle indagini con la moglie Claire e si lascia aiutare dalle intuizioni della moglie.

L’indagine si svolge d’estate e si mescola alle vicende della vita privata di Gilles che pensa spesso ai due figli adolescenti in vacanza, alla prossima partenza della moglie per una crociera.

Inoltre, nel corso delle indagini, Sebag scoprirà che la moglie è stata in un bar per coppiette con un altro homo e quindi comincia a pensare alla moglie con un amante ed è tormentato dal dubbio.

Il ritmo incalzante dell’indagine, la sfida contro il tempo per catturare l’assassino e i continui appostamenti non gli lasciano però troppo tempo per pensare a Claire e alla sua famiglia.

D’estate i gatti si annoiano è, a mio avviso, un poliziesco da 5 stelle

Precedente Giulia dei poveri e dei re - Cristina Siccardi Successivo Al mio giudice - Alessandro Perissinotto