Ebook o cartaceo? – Ebook reader o libro cartaceo?

Ebook o cartaceo? Voi quale formato preferite? Scegliere è difficile: il caro vecchio profumo di carta o il leggero Ebook reader su cui si può cambiare il font o ingrandire i caratteri?

Cartaceo VS Ebook

Personalmente, ho un Ebook reader Kobo da tre anni e mi trovo davvero bene: ha le dimensioni di un libro tascabile ma dentro ci si possono caricare più libri, acquistati tramite il sito Kobo. L’Ebook reader quindi è ideale per chi viaggia e si deve (o si vuole) portare appresso più di un libro senza caricarsi di troppo peso.

Con l’ebook reader si possono anche modificare i caratteri del testo che state leggendo, naturalmente se si decide di aumentare le dimensioni del font (ad esempio per leggere di sera), il testo si “spalmerà” su un numero maggiore di pagine. Allo stesso modo, si può cambiare anche lo stile del testo, scegliendo fra uno dei vari font proposti.

E se si scarica?

L’Ebook reader ha una batteria che si ricarica tramite un cavo USB che si collega al PC, quindi si può tranquillamente caricare mentre si lavora. La durata di una carica dipende dall’uso ovviamente, ma con un utilizzo normale (un paio d’ore al giorno), la carica della batteria dura due-tre settimane. E se si viaggia e si vuole essere sicuri di non restare senza libri, basta tenere una Power bank a portata di mano. 🙂

Studiare e sottolineare

L’unico appunto negativo che posso fare all’Ebook reader è la difficoltà di spostarsi agevolmente avanti e indietro, da capitolo a capitolo. Esiste un modo per spostarsi tra le pagine, certo, ma il caro vecchio libro cartaceo in questo è molto più pratico. Se questo problema non si riscontra durante la lettura di un romanzo, si può invece facilmente riscontrare durante lo studio.

Come sottolinea la dottoressa Anne Mangen in un articolo comparso su Internazionale n° 1219 intitolato I trucchi del lettore intelligente, è più difficile comprendere un testo in PDF rispetto a un testo stampato probabilmente perché è più difficile spostarsi. Per questa ragione, secondo le sue ricerche, gli studenti preferiscono di gran lunga studiare su carta che non su supporti elettronici.

Sempre secondo la ricerca della dottoressa Mangen, i lettori di romanzi in formato elettronico hanno più difficoltà a ricordare trame e personaggi rispetto a chi legge su carta.

Per concludere, credo che l’Ebook reader sia un ottimo supporto per le proprie letture e credo che, a parte la pecca del non potersi spostare liberamente, sia equivalente al cartaceo. Leggere una pagina di ebook richiede infatti lo stesso sforzo visivo di leggere una pagina stampata: lo schermo dell’ebook reader non è retro-illuminato come gli schermi di smartphone e tablet.

Precedente I romanzi di ottobre nella mia lista di libri da leggere Successivo Patria - Fernando Aramburu

Un commento su “Ebook o cartaceo? – Ebook reader o libro cartaceo?

  1. Assolutamente – pubblico in e-book per venire incontro ad una domanda in quella direzione, ma da lettore preferisco di gran lunga il cartaceo 🙂

I commenti sono chiusi.