Il giovane Holden – J. D. Salinger

Il giovane Holden (titolo originale The catcher in the Rye  letteralmente “Il prenditore nella segale” o “L’acchiappatore nella segale”) è un romanzo del 1951 di J. D. Salinger. Il titolo originale allude a una nota canzone in Scots (lingua scozzese) attribuita a Robert Burns e intitolata Comin’ Through the Rye, che il protagonista cita in un passaggio del romanzo storpiandone una strofa.

Un’altra curiosità riguarda la copertina della prima edizione del libro: per volontà dell’autore stesso, non ci sono disegni sulla copertina, così il lettore sceglierà il libro per il suo contenuto e non per la sua copertina. Questa volontà venne rispettata anche nell’edizione italiana, dove la copertina presenta un semplice riquadro bianco.

il-giovane-holden

In Italia, il romanzo è arrivato, nel 2014, alla sua quarta edizione, con traduzione di Matteo Colombo.

Il giovane Holden

Il racconto ha inizio in una ipotetica cittadina della Pennsylvania, Agerstown, dove ha sede la scuola di preparazione al college alla quale Holden è stato iscritto dai suoi genitori, la Pencey. La narrazione si trasferirà in seguito a Manhattan.

Il protagonista del romanzo è Holden Caulfield, un sedicenne americano proveniente da una famiglia benestante. Holden è al suo ultimo giorno in quella scuola, visto che non ha superato nessun esame. Prima di andarsene però, decide di andare a salutare il suo professore di storia ma ben presto capirà che la sua visita non andrà come previsto: il professore infatti è preoccupato per il ragazzo e incomincia a fargli una ramanzina che avrà l’unico effetto di farlo arrabbiare ancora di più.

il-giovane-holden-salinger

Holden, dopo aver sferrato un pugno al suo compagno di stanza, decide di fare le valigie e tornare a New York. Prima di partire urla, nel cuore della notte: “Dormite sodo, stronzi!”. I genitori di Holden però, non sono a conoscenza della sua espulsione, quindi il ragazzo si ritrova a New York senza un tetto sopra la testa. Decide allora di prendere una stanza in un hotel di infima categoria, l’Edmond, fino all’arrivo delle vacanze di Natale quando il suo arrivo non desterà sospetti.

Da qui in poi, cominceranno le avventure del giovane Holden.

65 anni de Il giovane Holden 

Il giovane Holden in 65 anni è entrato a far parte della nostra cultura: si trovano riferimenti a quest’opera non solo in altri romanzi, ma anche in film, canzoni, spettacoli teatrali, film di animazione e persino videogiochi. Il capolavoro di Salinger non ha influenzato solo la cultura e la letteratura americana, ma anche la letteratura italiana (per esempio, nel libro Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Enrico Brizzi, Il giovane Holden viene citato più volte), il cinema (Pieraccioni lo cita nel film I laureati) o la canzone (Guccini e De Gregori lo citano in due loro canzoni).

Precedente La costola di Adamo - Antonio Manzini Successivo Il fasciocomunista - Antonio Pennacchi