Il nuovo Harry Potter: Harry Potter e la maledizione dell’erede

Harry Potter e la maledizione dell’erede, il “nuovo” Harry Potter è uscito il 24 settembre in Italia, ve ne avevo già parlato. Per me il nuovo libro di Harry Potter è stato un evento molto atteso, praticamente da quando ho letto l’ultima pagina di Harry Potter e i doni della morte.

Il “nuovo” Harry Potter e Albus

La storia è ambientata nel presente, un Harry Potter adulto è sposato con Ginny, la sorella di Ron, con cui ha avuto tre figli: James, Albus Severus e Lily.

Nella scena iniziale, Harry e Ginny accompagnano James e Albus Severus al Binario 9 e 3/4 per andare a Hogwarts. Qui trovano Hermione e Ron che accompagnano loro figlia Rose a prendere il treno.

Albus e Rose sono molto amici, ma la loro amicizia si incrinerà non appena Albus comincerà a frequentare Scorpius, il figlio di Draco Malfoy.

Una nuova avventura per Harry e i suoi amici

La cicatrice di Harry comincia a dar fastidio, segno che Voldemort sta tornando ma… com’è possibile? Voldemort è morto!

In questo clima di incertezza, con un Harry turbato dai continui litigi con Albus, potrete vivere ancora una volta un’emozionante avventura in compagnia di Harry, della sua famiglia e dei suoi amici.

Anche se i puristi non lo considerano un libro della saga, personalmente l’ho apprezzato molto. Certo, la forma non è quella del romanzo ed è scritto a sei mani, oltre alla Rowling vi sono J. Tiffany e J. Thorne.

Devo ammettere che inizialmente anch’io non ho apprezzato molto la forma del copione teatrale, che secondo me rende la lettura più lenta e meno piacevole.

Dopo alcune pagine però, ci si abitua al copione teatrale e ci può concentrare sulla storia: un’avventura emozionante in cui vediamo combattere tre generazioni di maghi. Infatti, vediamo  Harry, sua moglie Ginny, i suoi amici Ron e Hermione e Draco Malfoy ma anche i loro figli, Albus e Scorpius, e la Professoressa McGonagall.

Insomma, per Harry è stato un ritorno trionfale e io, da suo fan, non posso che augurargli di vivere nuove avventure.

 

Precedente Amin, che è volato giù di sotto - Nadia Morbelli Successivo La "cultura del tartufo" candidata a Patrimonio Immateriale