La caduta dei giganti – Ken Follett

La caduta dei giganti e la Trilogia del Secolo

La caduta dei giganti (Fall of Giants) è uscito nel 2010 in contemporanea nelle librerie di tutto il mondo ed è il primo capitolo della Trilogia del Secolo (The Century Trilogy) di Ken Follett. La Trilogia del Secolo analizza i principali avvenimenti del XX secolo dal punto di vista di cinque famiglie: una statunitense (i Dewar), una tedesca (i von Ulrich), una russa (i Peskov), una inglese (i conti Fitzherbert) e una gallese (i Williams).

la caduta dei giganti

Il primo conflitto mondiale e le sue conseguenze

Il romanzo, che si apre su una panoramica di presentazione dei personaggi principali delle cinque famiglie protagoniste, copre un periodo di tempo di 13 anni, dal giorno dell’incoronazione di Giorgio V d’Inghilterra nel 1911 e attraversa tutto il periodo della Prima Guerra Mondiale e termina nel 1923, in piena ricostruzione post-bellica.

Dapprima, attraverso la descrizione dei personaggi e della situazione delle varie famiglie prima della guerra, si analizza anche la situazione dei singoli Paesi e le ragioni che li hanno spinti al conflitto.

La scorrevole narrazione di Ken Follet ci farà appassionare in fretta alle vicende delle varie famiglie e vi farà venir voglia di leggere subito il secondo capitolo della saga: L’inverno del mondo (Winter of the World).

Precedente La diva proletaria - Borja Loma Barrie Successivo Lui è tornato - Timur Vermes

2 commenti su “La caduta dei giganti – Ken Follett

  1. Edoardo Angeloni il said:

    Ken Follet ritorna alla grande con delle vicende che attraversano l’Europa e costituiscono la cornice per le azioni di importanti famiglie e personaggi di successo. Così riesce ad evitare troppi riferimenti alla Guerra Fredda ed ha modo di usare il suo stile brillante ed accurato per descrivere aspetti di integrazione o di ritorno alle tradizioni.

    • cptraduzioni il said:

      Della Guerra Fredda parlerà solo nel terzo capitolo della saga, che parla del secondo dopo guerra. 🙂 Ken Follet si conferma abilissimo narratore e da vita a personaggi sempre interessanti

I commenti sono chiusi.