La ladra di Cagliostro – Giulio Leoni

La ladra di Cagliostro

La ladra di Cagliostro è un romanzo d’avventura di Giulio Leoni edito da Mondadori nel 2010. Il romanzo è ambientato nella Venezia di fine Settecento e ha come protagonisti, il conte di Cagliostro e Serafina.

Il conte di Cagliostro a ‘Ca de Specchi

Il romanzo inizia con l’arrivo del conte di Cagliostro a Venezia. Il conte ha acquistato ‘Ca de Specchi, casa che i veneziani considerano maledetta. In tanti si chiedono chi sia il conte di Cagliostro, da dove arrivi e cosa ci faccia a Venezia. E soprattutto, come faccia ad abitare a ‘Ca de Specchi.

Serafina, da ladra a principessa

Un giorno, mentre il conte passeggia per la città, qualcuno gli sottrae l’orologio da taschino e il conte, cercando di recuperarlo, insegue il ladro e lo acciuffa: conosce così Serafina, la giovane ladruncola, e i suoi amici. Decide di dare una possibilità a Serafina, chiedendole se le interessa svolgere un facile lavoro per lui. Serafina accetta, lavorerà per il conte e in cambio alloggerà a ‘Ca de Specchi. Su invito della ragazza, anche i suoi amici la seguiranno e, sebbene da principio stiano attenti a non rivelare la loro presenza al conte, si faranno ben presto scoprire ma non saranno cacciati via.

La ladra di Cagliostro

Ben presto, il conte di Cagliostro diventa famoso come curatore mistico, in grado di comunicare con Seraphida, una principessa egizia, interpretata da Serafina. La sua fama si diffonde in poco tempo e anche i nobili, dapprima scettici, cominciano a frequentare ‘Ca de Specchi.

Il Doge Collenigro e lo Smeraldo di Tebe

Alla fine, addirittura il Doge andrà da Cagliostro per consultare la principessa Seraphida. Lo scopo di Cagliostro è quello di rubare lo “Smeraldo di Tebe”, il più prezioso fra i tesori della Serenissima. Come farà? Ci riuscirà?

L’avventura del conte di Cagliostro e Serafina, tra umorismo e colpi di scena, vi stupirà e vi divertirà.

Precedente Carlo Sgorlon, il cantore del Friuli Successivo La gita a Tindari - Andrea Camilleri