Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte – Mark Haddon

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte è un romanzo del 2003 dello scrittore britannico Mark Haddon. Un adattamento cinematografico, scritto e diretto da Steven Kloves e prodotto dalla Warner Brosè in produzione ma non si conosce ancora la data di uscita.

Dal romanzo Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte sono stati tratti anche uno spettacolo teatrale, prodotto a Londra dal National Theatre e vincitore di ben 7 Oliver Awards e ora rappresentato al Gielgud Theatre e un musical dal titolo The Curious Incident of the Dog in the Night-Time, in scena a Broadway dal 13 settembre 2014. 

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte

Il protagonista, e voce narrante, de Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte è il quindicenne inglese Christopher Boone, affetto dalla Sindrome di Asperger: una forma di autismo a causa della quale manifesta disturbi comportamentali (nel caso di Christopher, l’odio nell’essere toccato, la difficoltà a comprendere gli esseri umani, l’odio per il marrone e il giallo in contrapposizione al suo amore per il rosso).

Christopher ha una vera passione per la matematica e una memoria formidabile: conosce a memoria i numeri primi fino a 7507. Vive con suo padre in una cittadina dell’Inghilterra chiamata Swindon, poco distante da Londra.

Una sera Christopher trova Wellington, il cane della signora Shears, morto, trafitto da un forcone. Il ragazzo a questo punto decide di intraprendere delle indagini private per cercare di scoprire la verità, proprio come il suo eroe Sherlock Holmes.

La verità però la scopre quasi subito, anzi gliela confessa il padre: è stato lui, infatti, a uccidere Wellington. Cercando di capire le ragioni del padre, Christopher scopre che sua madre non è morta d’infarto come suo padre gli ha sempre detto, ma vive a Londra con il suo ex vicino di casa, il signor Shears.

Christopher si spaventa e decide così di prendere un treno per Londra e andare dalla madre…

Precedente Sacra di San Michele: prossimo Patrimonio UNESCO del Piemonte? Successivo Nel mare ci sono i coccodrilli - Fabio Geda