Pista nera – Antonio Manzini

Gli sciatori se n’erano andati e il sole, appena sparito dietro le cime rocciose grigio azzurre dove s’era impigliata qualche nuvola, colorava la neve di rosa. La luna aspettava il buio per poter illuminare tutta la valle fino al mattino successivo.

(Incipit di Pista Nera di Antonio Manzini) 

Pista nera è un romanzo poliziesco di Antonio Manzini, pubblicato nel 2013 da Sellerio. Si tratta del primo romanzo con protagonista il Vicequestore Rocco Schiavone.

pista nera

Pista nera: indagine ad alta quota

Il Vicequestore Rocco Schiavone, romano, è stato da poco trasferito presso la Questura di Aosta, città che ha già cominciato a detestare. Su una pista da sci, nei pressi di Champoluc, viene ritrovato il cadavere di Leone Miccichè, travolto da un gatto delle nevi. Pare che si tratti di un tragico incidente, ma Rocco sospetta di trovari di fronte a un caso di omicidio e da inizio alle indagini. In compagnia dell’Ispettore Italo Pierron, che fra quelle montagne ci è nato, Rocco incomincia ad indagare in quel piccolo paesino di montagna, dove tutti si conoscono e sembrano essere imparentati. Qui conoscono la moglie del defunto, la bellissima Luisa Pec, che aspetta un bambino. i due poliziotti cominciano così a scoprire di più sul conto di Leone Miccichè e Rocco trova tre piste da seguire per scoprire chi poteva volere la morte di Leone Miccichè.

pista nera - manzini

Rocco Schiavone

Pista nera ci introduce il personaggio di Rocco Schiavone, un Vicequestore sui generis, che fuma marijuana e il cui comportamento non segue sempre la legge. Una delle prime informazioni che dobbiamo apprendere di lui è che inizia sempre la giornata con uno spinello che lui definisce, citando Hegel, la sua “preghiera laica del mattino”.

Rocco è un tipo simpatico, anche se a volte è un po’ burbero e cinico. Il suo umore, almeno all’inizio, è peggiorato dal fatto che è stato trasferito ad Aosta, città che odia e che gli appare fredda e spenta. Rocco odia il freddo ma nonostante ciò, si ostina a vestirsi con Loden e Clarks, anche in pieno inverno. In Pista nera indosserà le sue amate Clarks anche sulla neve delle piste da sci e non ci sarà verso di fargli cambiare idea.

Precedente Il volo del calabrone - Ken Follett Successivo L'ombra del vento – Carlos Ruíz Zafón