Prossime uscite – I libri che attendo per l’autunno

Buongiorno amici lettori! Con l’articolo di oggi voglio segnalarvi due romanzi, due prossime uscite che non ho assolutamente intenzione di perdermi, si tratta di Pulvis et umbra di Antonio Manzini e Negli occhi di chi guarda di Marco Malvaldi.

Sì, lo so che non ho ancora terminato le mie letture estive e già penso a quello che potrò leggere ma, si sà, noi lettori appassionati siamo così: mentre stiamo leggendo un bel libro (io in questo momento sto leggendo Operazione Portofino di Roberto Centazzo), pensiamo già a cosa ci piacerebbe leggere in futuro… mi capita anche con i viaggi e le vacanze!

Prossime uscite

Pulvis et umbra – Antonio Manzini

Una nuova indagine per il nostro amato vicequestore Rocco Schiavone impegnato, tra Aosta e Roma, a dare la caccia a quell’Enzo Baiocchi che gli ha rovinato la vita e a indagare su un cadavere che la Dora ha restituito…

Uscita prevista: 31 agosto 2017 – Editore: Sellerio 

Ormai il vicequestore Rocco Schiavone, il personaggio nato dalla penna di Manzini e protagonista di ben 5 romanzi, diversi racconti e di una serie tv, non ha bisogno di presentazioni.

Negli occhi di chi guarda – Marco Malvaldi

Malvaldi rende benissimo la coralità dell’azione di Negli occhi di chi guarda e il suo accento toscano ben si confà alla lettura di un romanzo che è un autentico carosello di personaggi che ruotano attorno al Podere Pianetti e ai suoi misteri: una contesa in famiglia, un quadro introvabile, un cadavere che emerge tra le sterpaglie di un incendio.
Un connubio tra scienza, intreccio e arguzia

Uscita prevista: 12 ottobre 2017 – Editore: Sellerio

Malvaldi ha ideato i personaggi di Ampelio e della sua allegra compagnia di vecchietti protagonisti delle indagini del BarLume, ma ci ha anche abituato a libri dove la scienza è protagonista come L’infinito tra parentesi oppure a libri dal taglio comico come La famiglia Tortilla o Sol levante e pioggia battente.

 

Fonte: Amazon.it 

Precedente Oltrepo prossimo candidato per il Patrimonio UNESCO? Successivo Le tre Riserve della Biosfera in Piemonte