Squadra speciale minestrina in brodo – Roberto Centazzo

Squadra speciale minestrina in brodo è un romanzo poliziesco di Roberto Centazzo, edito nel 2016 da TEA.

Squadra speciale minestrina in brodo: Semolino, Kukident e Maalox

Durante il suo ultimo mese di lavoro prima della meritata pensione, l’ispettore Pamattone in forza alla squadra Mobile di Genova, dirige una grossa operazione di controllo sulla vendita di merci contraffatte da parte dei “vù cumprà” sulle spiagge liguri. Arresta due ragazzi, Abdel e Mamadou, Mamadou è in possesso di merce contraffatta ma lo prega di non sequestrargli la merce perché lui deve ancora pagarla e se non la vende, lo ammazzano. Lui ha molta paura di “loro”, quelli che gli danno la merce da vendere. E così Pammattone lo lascia andare e accantona il caso.

Un mese dopo Pammattone, il sovritendente Mignona e l’assistente Santoro, che sono amici di vecchia data, raggiungono la tanto agognata pensione il giorno dopo la festa di pensionamento si ritrovano al bar, fra i ricordi e le battute, a discutere di come passeranno le loro giornate.

Qualche tempo dopo, non sapendo ancora cosa fare del loro tempo libero, i tre decidono che non si può continuare ad alzarsi presto tutte le mattine e andare a prendere il caffè al bar vicino alla Questura, come quando lavoravano. Così decidono di ricominciare a indagare ma senza le costrizioni che avevano mentre erano in servizio e dedicandosi solo a un’indagine che suscita il loro interesse.

Pammattone allora tira fuori il fascicolo dell’ultima indagine da lui condotta ma mai portata a termine: quella che vedeva coinvolti Abdel e Mamadou.

Nasce così la Squadra speciale minestrina in brodo, come si faranno poi chiamare dal sostituto commissario Lugaro (a cui daranno una grossa mano con l’indagine) e i loro nomi in codice saranno appunto Semolino, Kukident e Maalox.

Squadra speciale minestrina in brodo è un romanzo divertente e ironico, la trama è sicuramente molto originale e l’intreccio delle vicende è molto interessante. Un romanzo da leggere! 🙂

 

 

Precedente Semina il vento - Alessandro Perissinotto Successivo Bacini del lago Maggiore e del lago d'Orta - Patrimonio UNESCO