Fate il vostro gioco – Antonio Manzini

Fate il vostro gioco è un romanzo dello scrittore italiano Antonio Manzini, edito nel 2018 da Sellerio Editore.

Fate il vostro gioco è il settimo romanzo della serie dedicata al vicequestore Rocco Schiavone, una saga iniziata nel 2013 con Pista nera.

Fate il vostro gioco: indagine al casinò

Rocco Schiavone indaga sull’omicidio di Romano Favre, ex ispettore di gioco al casinò di Saint-Vincent. Favre, ritrovato già morto nella sua abitazione, stringeva in pugno una fiche da 100.000 Lire.

Rocco si troverà così a indagare nel mondo dei casinò e dei giocatori, interrogherà amici ed ex colleghi della vittima fino ad arrivare, con l’aiuto della sua squadra, a individuare il colpevole.

Italo, Caterina, Gabriele e gli amici di Roma

In questo romanzo, tanti sono i pensieri che affollano la mente del vicequestore e non riguardano solamente l’indagine: c’è il collega Italo Pierron, che si comporta da tempo in modo strano e Rocco non riesce proprio a capire perché.

C’è Caterina, l’ispettore con cui lavorava e con cui aveva una storia che però ha troncato non appena ha scoperto che era lei l’incaricata di seguire tutti i suoi passi all’interno della Questura di Aosta.

C’è Gabriele, il ragazzino che abita nell’appartamento accanto al suo, con cui si consoliderà il rapporto di amicizia.

E infine ci sono gli amici storici di Roma, Sebastiano, Brizio e Furio, che si stanno allontanando a causa della distanza che li separa e della vicenda relativa a Enzo Baiocchi, assassino di Alice.

Fate il vostro gioco: il ritorno di Schiavone

Aspettavo l’uscita di questo romanzo dal momento esatto in cui ho finito la lettura di Pulvis et Umbra, il penultimo romanzo della seriee posso tranquillamente dirvi che quest’attesa è stata ripagata. Leggere le avventure del vicequestore Rocco Schiavone è un po’ come ritrovare un vecchio amico, non importa che sia passato quasi un anno.

Il vicequestore Rocco Schiavone, interpretato magistralmente nell’omonima serie tv da Marco Giallini, è un personaggio burbero, dai modi tutt’altro che delicati, dal linguaggio “molto colorito” e dai metodi poco ortodossi ma… è impossibile non parteggiare per lui.

Precedente In fondo al tuo cuore - Maurizio De Giovanni - Commissario Ricciardi Successivo Bécherel, il borgo del libro è in Bretagna

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.