Festivaletteratura 2018 – Il festival della letteratura di Mantova

Festivaletteratura è un festival di 5 giorni che si tiene ogni anno dal 1997 a Mantova, verso la fine dell’estate, incontri, laboratori, percorsi tematici, concerti e spettacoli con narratori e poeti di fama internazionale, saggisti, artisti e scienziati provenienti da tutto il mondo.

Festivaletteratura: al via la XXII edizione

Il Festivaletteratura, giunto alla sua XXII edizione, si svolgerà dal 5 al 9 settembre 2018.

Durante la manifestazione, grazie alla quale Mantova è ormai famosa come “La Città del Festival”, sarà possibile assistere a numerosi eventi come incontri, con autori, colazioni con l’autore, spettacoli, concerti e reading nel magnifico scenario della città di Mantova.

L’edizione di quest’anno di Festivaletteratura potrà contare sulla partecipazione di oltre 300 ospiti italiani e stranieri, che daranno vita ai 204 eventi numerati e ai quasi cento non numerati, fra cui biblioteche tematiche, proiezioni e installazioni fra le piazze e le strade di Mantova.

Sempre più mi vado facendo persuaso che di certi aspetti di noi italiani noi stessi italiani non ne sappiamo niente di niente […]. Ora mi ritrovo a Mantova dove, in una serata di luglio, alcuni mantovani fecero la bella pensata d’organizzare una specie di “festa” della letteratura, da tenersi ogni anno sul finire dell’estate.                                                          ANDREA CAMILLERI

Festivaletteratura e le frontiere

Gli oltre 300 ospiti del Festivaletteratura provengono da circa 30 Paesi diversi che sono separati da frontiere. Cos’è una frontiera? La frontiera è un segno sulla carta (geografica), un atto di scrittura che separa popoli, crea identità culturali e causa conflitti.

E, come riportato sul sito ufficiale del Festival nella Guida a Festivaletterature, “Festivaletteratura percorre queste linee contese per raccogliere storie e cercare nuovi paradigmi che ci aiutino a interpretare le trasformazioni in corso e a ritrovare un’idea condivisa di mondo. Un esperto di relazioni internazionali, un geografo e un inviato di guerra – Bruno TertraisFranco Farinelli e Valerio Pellizzari – cercheranno di individuare storie e ragioni delle frontiere, tra volontà di dominio e rappresentazione della Terra; Tim Marshall, per oltre trent’anni corrispondente della BBC dai fronti più caldi, illustrerà le cause geografiche che portano popoli e stati a scatenare guerre e a innalzare muri.”

Per saperne di più, visita il sito ufficiale di Festivalletteratura

Precedente L'uomo dei cerchi azzurri - Fred Vargas Successivo I bastardi di Pizzofalcone - Maurizio De Giovanni

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.