Gelo per i Bastardi di Pizzofalcone – Maurizio De Giovanni

Gelo per i Bastardi di Pizzofalcone è un romanzo dello scrittore napoletano Maurizio De Giovanni edito nel 2014 da Einaudi.

Il romanzo è il quarto della serie dedicata all’ispettore Lojacono, iniziata con il romanzo Il metodo del coccodrillo. Gelo per i Bastardi di Pizzofalcone è il terzo romanzo ambientato all’interno del commissariato di Pizzofalcone, dove Lojacono viene trasferito, ed è preceduto da Buio per i Bastardi di Pizzofalcone.

Gelo per i Bastardi di Pizzofalcone

Gelo per i Bastardi di Pizzofalcone è ambientato a Napoli, nel commissariato di Pizzofalcone dove, come abbiamo imparato dal romanzo precedente intitolato I bastardi di Pizzofalconeè stato destinato l’ispettore Lojacono.

Il commissariato è a rischio chiusura dopo che, non molto tempo prima, alcuni poliziotti corrotti rivendevano la droga sequestrata durante le retate.

I poliziotti che avevano ideato questo “business alternativo” sono stati, ovviamente, licenziati e al loro posto sono stati inviati gli elementi più problematici dei vari commissariati della città.

L’inverno è in arrivo e il freddo si fa sentire, dentro e fuori dal commissariato ma anche dentro gli animi dei Bastardi.

Un doppio caso per Lojacono e compagni

Dopo il difficile caso del rapimento del bambino che abbiamo letto nel romanzo precedente, il commissariato si vede affidare un altro caso delicatissimo e dalla soluzione apparentemente impossibile: due giovani (fratello e sorella) vengono ritrovati morti nel loro appartamento, brutalmente uccisi.

A ritrovarli è un collega e amico di Biagio, il ragazzo ucciso, che insospettito dalla sua assenza sul posto di lavoro, ha deciso di andare a cercarlo a casa. Biagio era un giovane dalla vita tranquilla, divisa fra casa, studio e lavoro: non aveva vizi, non cedeva agli eccessi e non aveva nemici perché era buono e gentile con tutti.

La sorella invece era uno spirito ribelle, arrivata da poco nella vita di Biagio e decisa a costruirsi un futuro lontano dal piccolo paese d’origine e da un padre-padrone.

Mentre Lojacono e Di Nardo si dedicano all’indagine sul duplice omicidio, Romano e Aragona sono chiamati a intervenire in un caso di presunte molestie su una minore. La ragazzina scrive, in diversi temi scolastici, di essere stata molestata dal padre ma… sarà proprio così?

Dopo il Commissario Ricciardi, mi sono lasciato conquistare da una nuova saga firmata da Maurizio De Giovanni che con il suo stile leggero e fresco (ma sempre corretto) riesce sempre a tenermi incollato al libro dalla prima all’ultima pagina.

Precedente Fumetti al Ricetto di Candelo (BI) Successivo Canzoni letterarie italiane: le mie preferite