I bastardi di Pizzofalcone – Maurizio De Giovanni

I bastardi di Pizzofalcone è un romanzo dello scrittore italiano Maurizio De Giovanni edito da Einaudi nel 2012.

I bastardi di Pizzofalcone: il secondo caso dell’ispettore Lojacono

Il romanzo è il secondo capitolo della saga dedicata all’ispettore Lojacono, che già avevamo avuto modo di conoscere ne Il metodo del coccodrillo.

Dopo essersi distinto durante l’indagine del “Coccodrillo” (di cui si è parlato nel romanzo precedente) ed essersi così conquistato la simpatia della dottoressa Piras, l’ispettore Lojacono viene trasferito al commissariato di Pizzofalcone.

Il commissariato di Pizzofalcone è un piccolo commissariato di quartiere, a Napoli, che è a rischio chiusura dopo una triste vicenda di corruzione.

Infatti, gli agenti che avevano preceduto Lojacono al commissariato di Pizzofalcone, dopo aver portato a termine un’operazione anti droga, avevano pensato bene di non consegnare tutta la refurtiva e di mettere in piedi un’attività “extra”.

Come conseguenza, i poliziotti erano stati licenziati e il commissariato era, al momento, sotto organico.

I bastardi di Pizzofalcone

Ma perché i poliziotti destinati a Pizzofalcone vengono definiti “bastardi”?

La risposta è semplice: ogni commissariato di Napoli deve contribuire a inviare un nuovo membro per la squadra di Pizzofalcone e decide così di mandarvi il più “scomodo”. Lojacono, che già aveva subito tutte le vicende descritte in Il metodo del Coccodrillo, si ritrova così in compagnia di colleghi che hanno avuto richiami disciplinari per violenza, insubordinazione o, semplicemente, perché risultano antipatici.

Il primo caso per i bastardi è uno di quelli difficili, uno di quelli in cui i giornalisti dicono che “la polizia brancola nel buio”. Ma Lojacono, coadiuvato sul campo dal suo collega Aragona e coordinato dal commissario Palma, devono dare il massimo per risolvere l’indagine e per cercare di dare nuovo lustro al commissariato di Pizzofalcone.

A far da sfondo alla complicata indagine sull’omicidio della moglie di un famoso notaio, il complicato rapporto fra l’ispettore Lojacono e la figlia Marinella.

Dopo il Commissario Ricciardi, mi sono lasciato conquistare da una nuova saga firmata da Maurizio De Giovanni che con il suo stile leggero e fresco (ma sempre corretto) riesce sempre a tenermi incollato al libro dalla prima all’ultima pagina.

Precedente Festivaletteratura 2018 - Il festival della letteratura di Mantova Successivo Sindrome da cuore in sospeso - Alessia Gazzola

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.