La casa di carta: la serie tv non in lingua inglese più vista di sempre

La casa di carta è una serie tv spagnola ideata da Álex Pina e mandata in onda per la prima volta nel 2017. Per ora le stagioni trasmesse da Netflix sono due (con 22 episodi in totale) ed è stata confermata la messa in onda della terza stagione nel 2019 sulla piattaforma streaming Netflix.

I rapinatori de “La casa di carta” con indosso la maschera di Salvador Dalí

La casa di carta (titolo originale La casa de papel) è la serie non in lingua inglese più vista di sempre su Netflix.

La casa di carta: il Professore e la rapina del secolo

Entrare nella Zecca di Stato, stampare 2400 milioni di euro e sparire nel nulla, il tutto non facendo male a nessuno e facendosi benvolere dall’opinione pubblica. Impossibile? Non secondo Il Professore (interpretato da Álvaro Morte) che ha pianificato tutto nei minimi dettagli e per questo ha scelto otto persone per mettere su una banda e tentare la rapina del secolo.

I personaggi de “La casa di carta”

Le otto persone selezionate dal Professore non hanno nulla da perdere, non si conoscono e non si devono conoscere, per questo non devono utilizzare i loro nomi ma nomi di città: TokyoMoscaBerlinoNairobiRioDenverHelsinki e Oslo.

La rapina è preceduta da cinque mesi di addestramento, durante i quali i componenti della banda vivranno in una casa in campagna, verranno addestrati dal Professore e si prepareranno all’azione.

Resistenza

Quello del Professore non è solo un piano molto dettagliato ma è l’espressione di una filosofia, una sorta di rivalsa sociale. Il piano infatti non prevede l’uccisione di nessuno degli ostaggi o dei poliziotti e non è una rapina vera e propria, infatti i ladri non ruberanno i soldi di nessuno ma ne stamperanno di nuovi.

La rapina può essere quindi considerato un atto di resistenza contro il sistema finanziario e il concetto viene sottolineato dalla canzone Bella ciao, che venne insegnata al Professore dal nonno che aveva preso parte alla Resistenza in Italia.

Tutto d’un fiato

La casa di carta è una di quelle serie tv che danno significato all’espressione binge watching, infatti è tremendamente difficile non appassionarsi alle vicende del Professore e dei suoi compagni e non essere tentati di vedere tutti gli episodi uno dopo l’altro.

Buona visione 🙂

Precedente Mura venete di Bergamo e Peschiera del Garda Patrimonio UNESCO Successivo Vipera. Nessuna risurrezione per il commissario Ricciardi - Maurizio De Giovanni

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.