Il poliziotto, la giornalista e gli scatoloni troppo pesanti – Clara Tiscar

Il poliziotto, la giornalista e gli scatoloni troppo pesanti è la traduzione italiana del romanzo El poli que duerme en el coche, la periodista en paro y las cajas que pesan demasiado del 2015 della scrittrice spagnola Clara Tiscar i Castells.

Il romanzo appartiene al genere emergente del Domestic Noir, un genere di recente sviluppo che tratta temi gialli, noir o polizieschi che si sviluppano all’interno dell’ambiente famigliare. Il termine Domestic Noir, nato come sottogenere del cinema noir, è stato accostato per la prima volta a un romanzo nel 2013.

Il poliziotto, la giornalista e gli scatoloni troppo pesanti

Cosa faresti se trovassi 6 milioni di euro in un’auto incidentata? Se ti dicessero che sono stati rubati a un narcotrafficante, li terresti?

Sara e Álex sono testimoni di un incidente d’auto su una strada di montagna, a parecchie ore di distanza dal paese più vicino, soccorrono il guidatore e lui confessa che trasporta 6 milioni di euro nel bagagliaio. Devono prendere una decisione rapida; Sara è impulsiva e ottiene sempre ciò che vuole, Álex invece fa sempre la cosa giusta e non è abituato a improvvisare.

Sara ha bisogno di soldi e il suo istinto di giornalista, un po’ arrugginito da 10 anni di inattività, le dice di tenerseli e indagare. Anche Álex ha bisogno di soldi, di fatto dorme in auto da quando sua moglie l’ha cacciato di casa, ma crede che il suo dovere di poliziotto sia di denunciarlo.

Sara cercherà di convincere Álex. Álex tenterà di impedire a Sara di mettersi nei guai e questo vale anche per lui: Sara è una di quelle donne da guardare ma non toccare.

Il poliziotto, la giornalista e gli scatoloni troppo pesanti è acquistabile in formato ebook su iTunes, Kobo e sulle principali piattaforme digitali.

Su Amazon invece, è disponibile sia in versione Kindle che in versione cartacea.

L’autrice: Clara Tiscar i Castells

Clara Tiscar è nata a Barcellona nel 1976. I suoi genitori raccontano che le prime parole che disse furono «ho un’idea». Oggi vive poco lontano da Barcellona, fra il mare e la montagna. Ridere è una delle sue più grandi passioni, ma le piacciono anche i libri, lo sport, i cavalli e le moto.

Precedente Le colpe dei padri - Alessandro Perissinotto Successivo Lo sguardo oltre l'orizzonte - Alessandro Perissinotto